La Residenza Protetta "Mons. Pogliani"

 

 

DESCRIZIONE DEL SERVIZIO

La Residenza Protetta “Mons. Pogliani” è una struttura socio-sanitaria privata, dotata di 40 posti letto, autorizzata dal Comune di Loano.

Si tratta di una struttura che ha caratterizzazione sociale a rilievo sanitario; eroga prestazioni tipiche della lungo assistenza per patologie cronicizzate, con cure sanitarie di medicina generale, mantenimento e recupero dell’autonomia per contenere il decadimento, assistenza tutelare e aiuto alla persona, attività di animazione.

 

Destinatari:

Soggetti anziani con esiti cronicizzati di patologie senili, autosufficienti o non autosufficienti.

 

Tipologie di accoglimento:

Per venire incontro alle diverse esigenze dell’utenza, la Residenza Protetta “Mons. Pogliani” offre tipologie di accoglimento diversificate:
  • 1accoglimento temporaneo e di sollievo
  • 2accoglimento residenziale

 

Funzioni:

La Residenza Protetta “Mons. Pogliani” offre accoglimento, temporaneo o permanente, per assicurare il soddisfacimento dei bisogni (assistenziali, educativi, relazionali affettivi, sanitari, riabilitativi) connessi alla condizione degli ospiti, perseguendo il loro benessere all’interno di un ambiente sereno, aperto alla comunità, in grado di soddisfare il bisogno di relazione e stimolare la capacità di rapporto sociale, di sostenere e promuovere l’ autonomia personale, di mantenere e arricchire il patrimonio culturale acquisito, di stimolare i rapporti con la famiglia o con la rete sociale.

 

Obiettivi:

La Residenza Protetta “Mons. Pogliani” si propone di:
  • garantire le migliori condizioni di benessere psico/fisico ad ogni ospite residente
  • mantenere le capacità residue e se possibile promuovere il loro recupero con particolare attenzione nel prevenire e ritardare la perdita delle autonomie
  • prevenire e rallentare i processi degenerativi e l’insorgenza di altre malattie
  • promuovere e mantenere la socializzazione, i rapporti con l’ambiente esterno (tessuto sociale) e delle relazioni parentali e amicali

 

Principi di fondo:

La Residenza Protetta “Mons. Pogliani” si ispira a principi e valori quali:
  • rapporti umani tra gli operatori e i pazienti: si adottano modelli organizzativi e soluzioni tecniche che favoriscono lo sviluppo di rapporti umani fra gli operatori e tra essi e i pazienti
  • particolare attenzione alla persona dell’ospite: la Residenza Protetta offre uno stile di accoglienza che consente all’ospite di sentirsi al centro dell’attenzione dal suo primo contatto con la struttura
  • cura dell’informazione: il personale sanitario della Residenza Protetta mantiene un rapporto costante con l’ospite, mediante un dialogo continuo e una comunicazione attenta e discreta
  • senso di corresponsabilità del personale: ogni persona che presta il suo servizio nella struttura deve sentirsi parte di un progetto comune, guidato dai valori specifici, in modo che ognuno si senta valorizzato e rispettato in relazione al proprio ruolo peculiare
  • disponibilità ed apertura all’integrazione con il tessuto sociale cittadino e con i servizi presenti sul territorio
  • mantenimento di un alto livello delle professionalità sanitarie quale primo mezzo concreto di rispetto della vita
  • pieno rispetto della dignità della persona umana: gli operatori che prestano la loro attività nella Residenza Protetta sono vincolati a operare secondo i principi della deontologia specifica della loro professione, dell’etica e della morale cristiana

 

LA PRESA IN CARICO DELL’OSPITE DELLA RESIDENZA PROTETTA

La presa in carico dell’ospite ha inizio con la valutazione multi dimensionale dei bisogni sanitari, cognitivi, psicologici e sociali dell’ospite utilizzando appositi strumenti (scale di valutazione) validati a livello nazionale o internazionale.
In base ai dati raccolti l’equipe di assistenza è in grado di definire un piano di massima con cui iniziare la presa in carico dell’assistito e definire le corrette modalità di assistenza sotto ogni profilo sia sanitario ma soprattutto psicologico e sociale.
Per ogni ospite, oltre alla documentazione sanitaria, infermieristica, riabilitativa, di assistenza tutelare e di animazione che confluisce nella Cartella Ospite, viene elaborato, dall’equipe di assistenza, il Piano di Assistenza Individualizzato.
Il PAI ha le seguenti finalità:

  • individuare i bisogni di assistenza dell’ospite attraverso uno screening di tutte le aree coinvolte
  • definire degli obiettivi chiari e misurabili a seconda dei bisogni individuati, tenendo presente che l’output atteso è il miglior benessere possibile della persona
  • individuare gli interventi da mettere in atto e le risorse da attivare per il raggiungimento degli obiettivi pianificati
  • monitorare le attività pianificate
  • esplicitare i tempi attesi per il raggiungimento degli obiettivi
Ogni progetto è elaborato/condiviso con tutta l’equipe di assistenza e viene, inoltre, condiviso e discusso con l’ospite e il familiare di riferimento/caregiver.
Il PAI è revisionato e verificato ogni sei mesi o comunque ogniqualvolta si modifichino le condizioni dell’ospite e di conseguenza i suoi bisogni.

 

LA GESTIONE DELL’OSPITE

La Residenza Protetta assicura lo svolgimento delle seguenti funzioni per tutto l’anno e nel rispetto degli standard gestionali fissati dalla Regione, inoltre deve garantire il soddisfacimento dei bisogni primari ed assistenziali degli ospiti, sopperendo alle difficoltà che l’ospite incontrerebbe nel provvedervi con la sola propria iniziativa. Pertanto la struttura dovrà garantire agli ospiti i seguenti servizi:

 

Attività di assistenza tutelare

Viene svolta da personale in possesso di qualifica secondo la normativa regionale.
Il servizio comprende tutte le attività di assistenza all’anziano per l’espletamento delle funzioni quotidiane, l’igiene personale, la vestizione, l’aiuto all’assunzione del cibo, l’assistenza per ogni necessità fisiologica, l’aiuto nella mobilizzazione.

 

Servizio di animazione e socializzazione

Programmazione di attività volte al mantenimento o al recupero psicofisico, attraverso percorsi personalizzati con l’ausilio di musicoterapia, arte terapia, colloqui individuali; organizzazione di attività di svago e socializzazione, video-proiezioni settimanali, festeggiamenti delle ricorrenze personali e delle festività.

 

Assistenza infermieristica

Verifica e controllo periodico dei parametri vitali, somministrazione delle terapie e medicazioni.

 

Assistenza riabilitativa

Svolta da fisioterapista qualificata con trattamenti individuali e di gruppo per mantenere le capacità residue e se possibile promuovere il loro recupero.

 

Assistenza sanitaria

Prestazioni mediche generiche attraverso il medico di RP o dei medici di medicina generale su chiamata. Organizzazione ed attivazione di visite mediche specialistiche e di esami presso presidi ospedalieri anche con nostri accompagnatori.

 

SERVIZIO DI GUARDIA MEDICA

Per eventuali emergenze cliniche è sempre garantita nelle 24 ore la presenza di un medico del Presidio Riabilitativo

 

ASSISTENZA RELIGIOSA

Nella struttura “Mons. Pogliani” è aperta una Cappella di rito cattolico presso la quale viene celebrata la S. Messa secondo gli orari affissi.
E’ presente un sacerdote cappellano per le necessità spirituali dei pazienti.
Gli ospiti praticanti religioni diverse dalla cattolica possono richiedere l’assistenza spirituale di persone indicate da loro stessi senza oneri per la Residenza Protetta

 

SERVIZI INCLUSI NELLA RETTA

  • Aservizi alberghieri: ospitalità residenziale in camere singole o doppie, riscaldamento, ristorazione, lavanderia e stireria
  • Bcomfort personale (animazione e tempo libero)
  • Cassistenza alla persona (aiuto alle funzioni dirette della persona, igiene personale, vestizione, mobilizzazione)
  • Dl'assistenza infermieristica e visite mediche da parte del personale medico, secondo gli orari di presenza dello stesso nella RP
  • Eprestazioni fisioterapiche secondo tempi e modalità di erogazione previsti dalla normativa regionale

 

SERVIZI A PAGAMENTO PER GLI OSPITI

  • AAssistenza sanitaria esterna: Nel caso in cui l’Ospite necessiti di visite specialistiche, accertamenti diagnostici, terapie medico-riabilitative, deve essere data immediata comunicazione ai familiari.
  • BServizio di parrucchiera, barbiere: Sono svolti all’interno della struttura su richiesta dell’ospite.
  • CDistributori di bevande e snacks: All’interno della struttura sono a disposizione macchine automatiche per la distribuzione di bevande calde o fredde e di snacks in funzione 24 ore su 24.
  • DDistributore automatico di prodotti per l’igiene personale: Situato nel salone al primo piano eroga prodotti per l’igiene personale.

 

ORARIO DI VISITA DEI PARENTI/AMICI

L’ospite può ricevere, negli spazi comuni e nelle stanze, visite di familiari e di amici in orario diurno in qualunque giorno della settimana, curando di non arrecare disturbo agli altri Ospiti specialmente nelle ore di riposo e dei pasti.
L’accesso alle camere a 2 letti dei visitatori potrà avvenire nell’orario di cui sopra, ad eccezione del periodo dalle ore 13,00 alle ore 15,30 destinato al riposo.
I visitatori non possono trattenersi in una stanza di degenza nella quale si sta procedendo a visita, medicazione, riassetto del locale o assistenza all’ospite

 

MODALITÀ DI AMMISSIONE ALLA RESIDENZA PROTETTA

Chi intende chiedere l’ammissione presso la Residenza Protetta “Mons. Pogliani” per sé o per un familiare deve presentare domanda scritta, compilata su appositi moduli forniti dalla Direzione corredata dalla documentazione richiesta.
Se il presentatore della domanda di ingresso coincide con il diretto interessato, all’ammissione è richiesta la dichiarazione di almeno un garante.
L’ammissione è disposta dalla Direzione sentiti il Responsabile Sanitario e il Medico della Residenza Protetta che analizzano le richieste e la documentazione sanitaria dell’ospite.
L’ammissione è inoltre subordinata:

  • alla verifica della corrispondenza della soluzione assistenziale offerta alle necessità ed alla volontà dell’ospite stesso, effettuata mediante colloquio informativo con l’ospite e i parenti
  • all’accertamento da parte del Responsabile Sanitario e del Medico della Residenza Protetta della presenza o meno delle condizioni medico-sanitarie, attraverso l’esame della documentazione clinica necessaria e attraverso colloqui che garantiscano la possibilità di libera espressione dell’ospite, al quale andranno prospettate le eventuali soluzioni alternative al ricovero

 

DIRITTI E DOVERI DELL’OSPITE

L’ospite, all’atto dell’ingresso, deve disporre del proprio corredo personale ed essere in possesso dei documenti anagrafici e sanitari necessari per la permanenza in struttura.
L’utente sarà ospitato in una stanza assegnata dalla struttura. La Direzione ha la facoltà di trasferire l’ospite in un’altra stanza qualora sia richiesto da esigenze di vita comunitaria, informandone preventivamente i familiari.
L’ospite ha la possibilità di portare nella propria stanza suppellettili e oggetti personali, sempre che non contrastino con i diritti degli altri ospiti e con le regole della vita comunitaria.
L’ospite è tenuto a comportarsi con educazione e senso di civismo con tutti - compreso il personale dirigente ed il personale medico e di servizio - ad osservare le norme del Regolamento Interno e quelle altre fissate dalla Direzione per il miglior andamento della Residenza Protetta.

 

L’IMPEGNO PER LA QUALITÀ

Il Presidio Riabilitativo pianifica, attua e verifica la qualità dei servizi offerti al degente (standard di servizio) dal momento della prenotazione/accoglimento fino alla dimissione.
Inoltre il Presidio ha adottato un set di indicatori di esito (standard di prodotto) per misurare i risultati del processo di cura.

Il Sistema Qualità del Presidio “Mons Pogliani”

 

L’EQUIPE DI ASSISTENZA DELLA RESIDENZA PROTETTA

 

Responsabile Sanitario: Dott. Vito De Giglio, medico fisiatra.

Organizza i servizi a fini igienico-sanitari
Cura la produzione ed il rispetto di procedure finalizzate a:
  • gestione dell’igiene ambientale e della ristorazione collettiva
  • gestione dell’emergenza clinica
Controlla la tenuta dei farmaci
Verifica la qualità della documentazione clinica, la loro tenuta aggiornamento e conservazione.
Partecipa all’elaborazione e all’aggiornamento del PAI degli ospiti.

 

Medico di RP: Dott. Carlo Gaibisso.

Garantisce le prestazioni di medicina generale agli ospiti di concerto con il MMG
Valuta l’ospite all’ingresso e monitora costantemente le condizioni di salute degli ospiti
Compila e aggiorna la cartella sanitaria dell’ospite e partecipa all’elaborazione e all’aggiornamento del PAI, individuando i bisogni e gli interventi specifici di propria competenza
Coordina l’equipe della Residenza Protetta
Fornisce informazioni sullo stato di salute degli ospiti negli orari indicati.

 

Infermiere: Suor Nancy Michle e Mihaela Cuza

Pianificano ed erogano le prestazioni infermieristiche
Somministrano le terapie farmacologiche prescritte dal medico
Sono responsabili del rilevamento dei parametri vitali dell’ospite
Compilano e aggiornano la cartella infermieristica dell’ospite e partecipano all’elaborazione ed aggiornamento del PAI, individuando i bisogni e gli interventi specifici di propria competenza.

 

Fisioterapista: Dott.ssa Giulia Amato

Garantisce continuità nelle azioni di riattivazione, mantenimento e rieducazione degli ospiti
Guida l’ospite al mantenimento della capacità di svolgere autonomamente le attività di tutti i giorni, informando e preparando, quando necessario, anche i suoi familiari/caregivers
Svolge programmi di riabilitazione psico-motoria individuali e di gruppo raccordandoli con gli altri interventi socio/ sanitari
Compila e aggiorna la cartella riabilitativa dell’ospite e effettua le valutazioni funzionali di propria competenza e partecipa all’elaborazione ed aggiornamento del PAI, individuando i bisogni e gli interventi specifici di propria competenza.

 

Animatore: Dott. Alessandro Gimelli

Predispone la programmazione di animazione, attività ricreative, culturali, aggregative e di socializzazione
Predispone e dà attuazione ai programmi di animazione finalizzati a:
  • sviluppo della abilità ludiche e delle capacità residue nelle proprie attitudini
  • uso di specifiche tecniche ed esercizi per migliorare le performance funzionali degli ospiti
Partecipa all’elaborazione ed aggiornamento del PAI, individuando i bisogni e gli interventi specifici di propria competenza.

 

Operatori di Supporto

Hanno competenze tecniche, cognitive e relazionali.
Curano in particolare:
  • l’igiene personale
  • l’abbigliamento
  • l’alimentazione
  • l’unità abitativa (letto, comodino, armadio)
  • la mobilizzazione
  • la relazione
  • il riposo
Informano l’infermiera e il medico sull’evoluzione delle condizioni degli ospiti al fine di individualizzare l’intervento e personalizzare il servizio.
Partecipano all’elaborazione ed aggiornamento del PAI, individuando i bisogni e gli interventi specifici di propria competenza.

 

Questo sito utilizza i cookie che permettono di migliorare la tua navigazione.
Proseguendo autorizzi l’uso dei cookie.
Per maggiori informazioni, o per modificare le preferenze leggi la nostra Informativa sulla Privacy clicca qui.
Ho letto l'informativa e accetto